VILLA AMOROSA: MATRIMONIO INTIMO

Tra le colline ciociare in una terra stretta dai monti Ernici, c’è un posto ricco di tradizioni e di straordinaria bellezza.

 Una location per matrimoni nel Lazio intrisa di storia e di emozioni, dove Thomas e Jane hanno scelto di celebrare il loro matrimonio intimo. Ispirandoci ai sognanti casali toscani, abbiamo scelto l’Amorosa di Fumone a pochi passi da Roma, come la cornice ideale per dare vita a questo romanticissimo evento intimo in Ciociaria.

matrimonio_amorosa_di_fumone_diamoon

Il concept dal punto di vista stilistico prende vita dall’arte Botticelliana, dalla ricerca di un armonioso equilibrio compositivo, negli elementi così come nella palette colori. La sposa, una Venere contemporanea, mostra un look romantico, naturale e raffinato.

I colori e la delicatezza dei dipinti Botticelliani quali la Nascita di Venere e la Primavera di Botticelli, hanno rappresentato per noi un’importante fonte di ispirazione: Venere che nasce dalle acque non rappresenta soltanto la dea della bellezza e dell’amore, ma la rinascita dell’umanità riemersa dall’età medioevale, così come l’umanità moderna si sforza di tornare alla vita dopo un lungo e buio periodo di pandemia globale. 

Volevamo dimostrare che è possibile creare un’atmosfera moderna, elegante, e raffinata utilizzando elementi naturali e dettagli della tradizione locale.

Per la Wedding Suite le professioniste di Pink Ink Studio hanno avvicinato elementi tradizionali quali carta cotone e calligrafia, ad elementi più moderni. La carta vellutata color nude attiva i sensi tattili e diventa l’involucro di tutti i dettagli calligrafati in oro. 

La matericità della stessa carta viene suggellata da una ceralacca ovale con un richiamo floreale alla natura Botticelliana. Lo studio grafico ha previsto infatti l’inserimento di richiami floreali, quali anemoni e bacche di mirto, per rievocare le specie vegetali presenti nelle opere dello stesso. 

La nostra Venere ha indossato un abito di Daalarna Couture, marchio ungherese disponibile in esclusiva italiana presso MerryMe Bridal Boutique a Roma, collezione Lovestory collection. Lo splendido corpetto in pizzo rebrodè a maniche lunghe e scollo profondamente sexy, si accompagna ad una gonna in crepone di seta a mezza sirena con ampia coda in Crepe di chine stretch. 

Jane per la cerimonia è arrivata dal suo amato Thomas completando il look con una sovragonna in tulle di seta; casa spagnola Otaduy per uno stile fresco e giovanile amato da spose non convenzionali.

Il make-up raffinato di Simona Galati Mua abbraccia le tendenze del momento: viso dalle tonalità naturali e luminose, blush rosato caldo ed uno smokey eyes più deciso per gli occhi. Simona ha lavorato a due differenti acconciature che potessero accompagnare il fil rouge del matrimonio: un bellissimo intreccio bucolico per la cerimonia ed un look più naturale e scomposto per il momento del party.

Il primo  lascia scoperte le spalle valorizzando lo sensualità dell’abito, il secondo accompagna la dolcezza contagiosa di Jane. 

I preziosi  bridal headpieces di Cristina Signorina hanno completato il look sposa, arricchendo i voluminosi capelli di Jane . Creazioni di autentico design di artigianato. Composto, formale e ricco di fiori il primo, scomposto e più glamour quello scelto per il cambio look.

Thomas ha indossato un abito di Carlo Pignatelli in esclusiva per Maffucci Moda moderno a micro fantasia in tinta. Composto da giacca e pantalone slim a 1 bottone con rever medio in tinta di seta.

Thomas e Jane hanno suggellato il loro amore presso Villa Amorosa di Fumone. Scoprire un posto come questo per un matrimonio nel Lazio, vuol dire far vivere ai propri ospiti un matrimonio intimo da momenti vividi, reali e naturali.

Le colline ciociare vi permetteranno di godere della bellissima campagna, della sua aria, dei suoi spazi erbosi dei molteplici scorci naturalistici e del suo cibo. 

Circondati dalle scenografie naturali della villa, gli sposi  hanno arricchito il banchetto con fiori dallo stile naturale e scomposto. 

I fiori di MGV fiori ed altro ancora, hanno incarnato appieno lo spirito Botticelliano del concept, ricalcando i significati simbolici delle opere. Le rose simbolo primaverile fiore sacro a Venere, sono associate all’amore, alla bellezza e alla purezza mariana. Il gelsomino fiore di maggio, ha anch’esso un significato positivo legato all’amore e alla felicità.

Per lo sweet table un mix di innovazione e tradizione curato da Cri’s Bakery.

Una pasticceria calda ed accogliente ispirata alle bakeries americane, elegante, pensata e senza tempo, per un viaggio dei sensi ma anche del palato. 

Per la Welcome Bag la territorialità e la tradizione hanno permesso agli ospiti di godere del miele allo zafferano locale di Safarà zafferano e di un biscotto tipico dell’entroterra ciociaro: l’ Amaretto di Guarcino.

Gli scatti artistici di Cristina Bianchini photography  e la produzione Video di Memento story film hanno saputo raccontare appieno e con romanticismo un vivido amore di coppia. Adorabile il First Look della coppia! Sentimentale, avvolgente ed emozionante, una finestra temporale sul loro primo sguardo, catturato in ogni dettaglio dalle riprese e dagli scatti.

Per incorniciare al meglio l’atmosfera naturale prevista dal concept, la torta nuziale con un dettaglio di fresco gelsomino, è stata tagliata sotto uno scorcio autentico della villa. La pietra ambrata ed il fiorente glicine hanno messo in risalto l’atmosfera elegante dell’arioso spazio.

CREDITS

CONCEPT & PLANNING: Diamoon – Progettiamo Emozioni 

VENUE: Villa Amorosa di Fumone  

VIDEO: Memento Story Film 

PHOTO: Cristina Bianchini Photography 

BRIDE DRESS: Merry Me Roma 

MAKEUP: Simona Galati Mua 

BRIDAL HEADPIECES: Cristina Signorina 

GROOM DRESS: Maffucci Moda  

WEDDING SUITE: Pink Ink Studio 

FLOWERS: Fiori e altro MGV 

SWEET TABLE: Cri’s Bakery 

WELCOME BAG FAVORS: Olio d’oliva di Salvatori’s Farm | Miele di Safarà Zafferano | Amaretti di L’amaretto di Guarcino

MODELS: Alice Pieran e Daniel Mercuri

    Sei interessato a:


    SAN VALENTINO DI CUORI

    “Il più bello dei mari è quello che non navigammo. Il più bello dei nostri figli non è ancora cresciuto. I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti. E quello che vorrei dirti di più bello non te l’ho ancora detto.”
    [Nâzim Hikmet]

     

    La settimana dell’amore è arrivata già da un po’. I giorni corrono anche se l’anno nuovo non è iniziato così come ce l’aspettavamo! 

    Nonostante questo, noi siamo state travolte da una miriade di idee e progetti:  wedding shooting, personal branding, inspiration, quest’anno come nessun altro ha tirato fuori in noi una forte grinta e tanta voglia di fare. 

     

     

    Dalla nostra cucina tra l’altro, ispirandoci alla festa di San Valentino, abbiamo sfornato degli incantevoli dolcetti. Chi ci conosce, sa che adoriamo le meringhe e che abbiamo bisogno di tornare ad amare le spose deliziandole con delle piccole coccole. 

     

     

    L’amore in fondo è condivisione, cura e delizia e gli ingredienti giusti, faranno la ricetta vincente della vostra storia d’amore, così come della nostra amicizia. 

    Con San Valentino alle porte ci sembrava giusto continuare a parlare d’amore! Anzi questa festa ci porta dentro quei meravigliosi momenti di organizzazione degli anni passati. Ma non potevamo di certo lasciarlo passare inosservato senza una vera e propria festa, solo per donne ovviamente!!! 

     

     

    Ci mancano così tanto quei giorni in cui potevamo salutarci con un abbraccio, ospitare più di 15 invitati e sederci vicino a meno di un metro di distanza che il pensiero di un futuro in cui riunirci ancora ci rende davvero emozionate. 

    Noi di certo non rinunciamo a sorridere e stare insieme. Perché gli abbracci aiutano a farci sentire meno sole e accorciano le distanze, proprio per questo quest’anno, la nostra ispirazione è arrivata dal colore. 

    Abbiamo riempito di cuori e palloni il nostro ufficio e questi adorabili dettagli di Cristina Bianchini Photography, disegnano un momento perfetto. 

    Non ne abbiamo davvero abbastanza di queste sfumature e di questo divertente concept, ci vestiremo di rosa e rosso tutto il mese per ricordarvi l’amore “virtuale” che proviamo per voi e per il nostro lavoro. 

     

     

    I sentimenti di amore e passione sono vecchi come il mondo e l’hanno mosso: da Dante a Beatrice, da Romeo a Giuletta, da Lev Tolstoj a Anna Karenina, nessun traguardo verrà raggiunto senza impegno. La costanza è un valore che ci caratterizza ed è per questo che siamo qui a ricordarvelo!  

    In fondo: Abbiamo tutti bisogno d’amore !! 

     

    VECCHIE STORIE D’AMORE

    Tutte le curiosità sulla ricorrenza di San Valentino.

    Che si parli di amicizia o di fidanzamento, per chi l’abbia già trovato o per chi lo sta cercando, è l’amor che muove il sole e l’altre stelle…

     

     

    Noi abbiamo anche raccolto qualche curiosità di natura osé sulle origini di questa festa universale. Il Dio Luperco infatti, per chi non lo conoscesse,  era un fauno cacciatore di ninfe e con questa celebrazione a lui dedicata si celebrava la fine dell’inverno e il risveglio primaverile della natura. Si racconta anche di una lotteria del sesso, nella quale i ragazzi e le ragazze potevano lasciare i loro nomi all’interno di un recipiente, per poi aspettare che venissero estratte a caso delle coppie; tali coppie per un anno si sarebbero dovute impegnare a vivere in intimità per mettere alla prova la propria fertilità!

     

    Perché San Valentino come rappresentante degli innamorati allora? 

    Valentino vescovo cristiano, non volendosi convertire al paganesimo venne imprigionato per mano dell’imperatore Claudio II. La storia racconta che durante la prigionia si fosse innamorato della figlia del custode della prigione. Grazie alle preghiere di Valentino la giovane cieca, riacquistò la vista. 

    L’ultimo messaggio di Valentino all’amata prima della sua esecuzione fu firmato “dal vostro Valentino”. Questa frase sarebbe poi rimasta nella storia. 

     

    Ma allora… cosa c’entra la tradizione di regalare fiori?

    È molto semplice: secondo la leggenda, Valentino un giorno avrebbe sentito passare al di là del suo giardino due giovani fidanzati, che però tutto sembravano fuorché innamorati, dato che erano impegnati in una furiosa lite. Fu proprio in quel momento che Valentino decise di intervenire, e di regalare loro una rosa, pregandoli dunque di riconciliarsi. In men che non si dica, tra i due innamorati risbocciò l’amore, molto più forte di prima.

     

     

    E pensare che la ricorrenza che festeggiamo oggi è ispirata ad un martire ed anche innamorato.

    Fu Papa Gelasio I che decise di convertire i cosiddetti Lupercalia in una festa cristiana, così che la divinità di Lupercus fu sostituita dal santo e martire Valentino, decapitato il 14 febbraio del 274 d.C.

    I Lupercali infatti, erano una festa pagana e non romantica, legata alla fertilità, festeggiata dal 13 al 15 febbraio in onore di Luperco, dio dei lupi e del bestiame. 

    In questa occasione le matrone in gravidanza o le donne non ancora diventate madri, si facevano “colpire” da delle verghe, poiché questo gesto proteggesse i nascituri e concedesse la fertilità.